Parrozzo abruzzese

 

Il parrozzo è un dolce abruzzese che si prepara nel periodo di Natale. A forma di cupola, a base di semolino, mandorle, uova e zucchero, è cotto al forno e racchiuso in un guscio di cioccolato fondente.
E’ interessante anche la storia di questo dolce. In origine pan rozzo era il pane dei contadini, un pane rustico di granoturco. Fu un pasticciere pescarese Luigi D’Amico a riprodurlo nella versione dolce e il nome parrozzo gli fu dato da Gabriele D’Annunzio che scrisse addirittura dei versi per ringraziare il suo amico pasticcere del dono ricevuto.

 

parrozzo abruzzese fetta
parrozzo abruzzese fetta

 

 

 
La Canzone del Parrozzo

 

“È tante ‘bbone stu parrozze nove che pare na pazzie de San Ciattè, 
c’avesse messe a su gran forne tè la terre lavorata da lu bbove,
 la terre grasse e lustre che se coce… 
e che dovente a poche a poche chiù doce de qualunque cosa doce…”
Gabriele D’ Annunzio

Come ho scritto più volte sono pugliese ma vivo in Abruzzo ormai da qualche anno, finora me lo hanno sempre regalato a Natale, ma quest’anno ho voluto cimentarmi da sola nella preparazione di questo dolce. Beh devo dire che ci sono riuscita benissimo!
Ecco la ricetta che ho seguito

parrozzo abruzzese intero
parrozzo abruzzese intero

Ingredienti:
– 150 gr di semolino (oppure 120 gr di semolino e 30 gr di farina se lo preferite meno granuloso)
– 200 gr di zucchero
– 150 gr di mandorle
– 3/4 mandorle amare (o mezza fialetta di aroma di mandorle, o un cucchiaio di liquore amaretto)
– 6 uova
– 1/2 bustina di lievito per dolci *
– mezzo bicchiere di olio di semi di girasole
– 1 limone non trattato *
– 200 gr di cioccolato fondente
– 30 gr di burro per lo stampo

Tritare le mandorle con un cucchiaio di zucchero fino ad ottenere una farina fine.
Per non surriscaldare le lame tritare un po’ alla volta.

Separare gli albumi dai tuorli.
Lavorare i tuorli con lo zucchero e montare fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Aggiungere la buccia grattugiata di un limone non trattato e l’olio. Aggiungere poi la farina di mandorle tritate, il semolino, il lievito e mescolare.
Se non si hanno le mandorle amare aggiungere mezza fialetta di aroma di mandorle o un cucchiaio di liquore amaretto (io lo preferisco).
Montare gli albumi a neve.
Incorporarli al resto degli ingredienti mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli.

 

parrozzo crudo
parrozzo crudo

Imburrare e infarinare lo stampo per parrozzo, versare il composto e cuocere in forno caldo a 150/160° per circa un’ora

 

parrozzo da farcire
parrozzo da farcire

 

 
Capovolgere lo stampo e raffreddare il dolce su una gratella
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, versarlo sulla parte centrale del dolce e lasciarlo scivolare fino a coprire tutta la superficie.

Note:
* avendo lavorato bene i tuorli con lo zucchero e incorporato gli albumi a neve si potrebbe evitare il lievito, ma come primo esperimento ho preferito usarlo
* si può usare anche la buccia di arancia ma essendo intollerante io ho preferitoto la buccia di limone

 

 

 

Molte mie Ricette sono state selezionate e pubblicate nel Sito ‪RicetteBloggerRiunite
Grazie al Gruppo cresci in @Rbr

 

Lascia un commento