Orecchiette pugliesi fatte a mano

Da brava pugliese non potevo non imparare a fare le orecchiette in casa.
La competizione con la mia mamma e mia suocera è dura, loro sono velocissime e creano delle orecchiette perfette anche nella forma. Ma non è così difficile, vediamo insieme cosa occorre.

Ingredienti per 2 persone
200 gr di semola di grano duro
1 bicchiere di acqua tiepida
2 pizzichi di sale

1 coltello

1 spianatoia in legno 

Disporre la semola a fontana sulla spianatoia in legno, versare l’acqua tiepida un po’ alla volta e due pizzichi di sale e lavorare con le mani … assorbire tutta l’acqua e lavorare con i pugni fino ad ottenere una massa liscia, soda ed elastica (se vi accorgete che avete messo troppa acqua aggiungete altra semola, l’impasto deve essere asciutto e non appiccicoso)
Tagliare un pezzo dalla massa e lavorando con le mani ridurlo ad un lungo cilindro dello spessore di un dito.
Da questo cilindro tagliare dei quadratini di pasta di 1 cm, cercando di farli tutti uguali, e con il coltello schiacciarli per appiattirli, evitando di bucarli, e trascinarli sulla spianatoia (infatti in alcune zone della Puglia si chiamano ‘i strascinat )
Si dovrebbe ottenere così l’orecchietta, le prime volte per facilitare l’operazione dopo averle trascinate sulla spianatoia sarà più semplice rigirarle con il pollice (creando quasi un cappello sul polpastrello del pollice) … poi con l’allenamento diventerete esperte e veloci
Lasciatele asciugare almeno un paio di ore prima di cuocerle
Cucinarle in acqua bollente già salata per pochi 4/5 minuti 
 

3 pensieri riguardo “Orecchiette pugliesi fatte a mano

Lascia un commento