Calzone di cipolle sponsali – ricetta tipica pugliese

Il calzone di cipolle sponsali è una ricetta rustica tipica pugliese preparata con pasta lievitata e un ripieno di cipolle porraie, tipo dei cipollotti dolci chiamati appunto sponsali. E’ una leccornia che piace a tutti, anche a chi solitamente non ama la cipolla.

Come tutte le ricette regionali ogni zona e ogni famiglia ha la sua ricetta e tradizione, chi aggiunge filetti di acciughe, olive pugliesi, capperi o uvetta … nella ricetta della mia famiglia il ripieno per il calzone di cipolle è dei più semplici, alle cipolle sponsali appassite in padella aggiungiamo un cucchiaio di capperi dissalati e sott’aceto e una manciata di pecorino grattugiato.

Passo a scrivervi ricetta e procedimento per preparare uno sfizioso calzone di cipolle

 

calzone di cipolle sponsali

 

 Ingredienti:

per la pasta lievitata

500 di farina 0

2 cucchiaini di sale

1/2 cubetto di lievito di birra (anche meno se si ha più tempo per la lievitazione)

acqua tiepida circa un paio di bicchieri

per il ripieno:

 1 kg di Sponsali (cipolle fresche quelle lunghe)

50 gr di pecorino grattugiato

 Capperi sott’aceto (facoltativo)

 Olio qb

 Sale qb

 Pepe qb

Preparare l’impasto per la pasta lievitata:

Sciogliere il lievito in un bicchiere di acqua tiepida e unirlo alla farina disposta a fontana, impastare con le mani o con una planetaria e unire il sale sciolto in un altro bicchiere di acqua tiepida. Bisogna ottenere un impasto morbido ed elastico, non appiccicoso.

Lasciare l’impasto a lievitare fino al raddoppio di volume ( da due a cinque ore).

Preparare il ripieno:
Pulire le cipolle sponsali, togliere le radici, tenere la parte verde tenera. Tagliarle a fette.

In una padella mettere a riscaldare un filo di olio, unire le cipolle, farle ammorbidire e unire poca acqua. Le cipolle devono stufare a fuoco lento senza mai prendere colore.
A fine cottura fare evaporare il liquido, unire il sale, il pepe, i capperi se piacciono. Fare raffreddare.

Riprendere l’impasto lievitato e dividerlo in due parti. Stendere l’impasto in due dischi sottili.

Ungere una teglia con abbondante olio. Disporre il primo disco sul fondo della teglia, riempire con il ripieno, completare con del pecorino grattugiato, coprire con l’altro disco di pasta e chiudere i bordi sigillando bene i bordi con i rebbi della forchetta. Spennellare la superficie con poco olio per ottenere una doratura in superficie.

Cuocere a 200° per 25/30 minuti circa

Se ti è piaciuta questa ricetta lascia un like o condividi. Se hai bisogno di chiedermi un consiglio oppure vuoi darmi un suggerimento lasciami un commento qui sotto. Grazie

 

Lascia un commento